PROGETTO "PROTECTION NETWORK"
14/12/2016  
 
  COMUNICATO STAMPA

ALBANO LAZIALE – GIOVEDI’ 15 DICEMBRE 2016 – ORE 11.00 ASL ROMA 6 –
PRESSO L’AULA MAGNA DELLA DIREZIONE AZIENDALE BORGO GARIBALDI, 12

PROGETTO “PROTECTION NETWORK”
PROTOCOLLO PER L’ADOZIONE DI INTERVENTI COORDINATI NEI CASI DI MALTRATTAMENTO E ABUSO ALL’INFANZIA

INSEDIAMENTO DEL “GRUPPO ISTITUZIONALE”

INTERVERRANNO:

• Procuratore Capo Velletri, dott. Francesco Prete
• Presidente del Tribunale di Velletri, dott.ssa Mariella Roberti
• Sostituto Procuratore Velletri, dott. Giuseppe Patrone
• Procuratore aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Roma, dott.ssa Maria Monteleone
• Presidente del Tribunale per i Minorenni di Roma, dott.ssa Angela Rivellese

• Ten. Colonnello Stefano Cotugno, Comandante Gruppo Carabinieri Frascati
• Capitano Emanuele Tamorri, Comandante della Compagnia di Castelgandolfo
• Capitano Lorenzo Buschittari, Comandante della Compagnia di Anzio
• Tenente Melissa Sipala, Comandante della Compagnia di Frascati
• Vice Questore Augusto Pallante, Dirigente Commissariato P.S. Albano Laziale

Direttore Generale e Direttore Sanitario Regina Apostolorum

Direttore Generale, dott. Narciso Mostarda, Direttore Sanitario, dott. Mario Ronchetti, e Direttore Amministrativo, dott.ssa Francesca Merli – Azienda USL Roma 6.

Inoltre: I Sindaci, gli Assessori ed i Dirigenti dei Servizi Sociali dei 21 Comuni che costituiscono la ASL ROMA 6.

L’idea progettuale, che nasce a conclusione di un percorso condiviso finalizzato alla creazione di una rete territoriale per la tutela sociale delle vittime di qualsiasi età e provenienza e a contrasto di ogni forma di violenza, ha portato alla definizione della “Procedura operativa per l’assistenza alle vittime di violenza, abuso sessuale, maltrattamento e stalking” adottata dai Pronto Soccorso della ASL Roma 6.

“Protection Network” ha previsto il coordinamento e l’integrazione delle iniziative e degli interventi per prevenire e contrastare il ricorso all’uso della violenza, attraverso il “Gruppo Istituzionale“ le cui finalità sono la promozione di iniziative di prevenzione, la sensibilizzazione ed informazione, l’aggiornamento e la formazione, nonché l’identificazione del fabbisogno specifico di servizi e di attività a contrasto di ogni forma di violenza.

L’incontro si propone di estendere a tutti i Comuni di afferenza della ASL Roma 6 il modello organizzativo identificato nel progetto.
Dott. Giovanni Venditti
Addetto Stampa AUSL ROMA 6
Cell. 348 2816478

Albano Laziale 14.12.2016