IL PREMIO "FORMICA D'ORO" ASSEGNATO ALLA ASL RMH
22/01/2013  
 
 
Con il patrocinio di: Regione Lazio, Provincia di Roma, Roma Capitale, Anci Lazio, XI Comunità Montana, Ufficio del Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza e Istituto Italiano Donazione

IL PREMIO VIENE ASSEGNATO OGNI ANNO PER LE BUONE PRATICHE A FAVORE DEL TERZO SETTORE

LA GIURIA DEL PREMIO FORMICA D’ORO ASSEGNA IL RICONOSCIMENTO PER L’ANNO 2012 – VI EDIZIONE –
ALL’AZIENDA USL ROMA H

La premiazione si terrà a Roma, in Via Tuscolana, 2068 sabato 26 gennaio 2013 a partire dalle ore 15, nel corso dell’inaugurazione della nuova sede regionale in un’area confiscata alla malavita organizzata ottenuta grazie ad un accordo del Forum Terzo Settore Lazio con il Consorzio Il sol.Co..

In quest’area il Consorzio ha aperto la Città dei Mestieri e svolge un’attività di raccolta differenziata con i cassonetti gialli, grazie alla quale sono stati creati anche un negozio di abiti usati e una fornita biblioteca con i libri recuperati aperta al pubblico.

Anche quest’anno i premi saranno consegnati da personalità amiche e sostenitrici del Terzo Settore.

LE MOTIVAZIONI DEL RICONOSCIMENTO:

Per aver istituito il Tavolo misto permanente delle Associazioni sociosanitarie e di partecipazione civica, quale strumento di partecipazione civica attiva alle politiche sociosanitarie della Azienda USL Rm H da parte delle Organizzazioni civiche e di Volontariato del territorio dei Castelli romani e del Litorale latino.

Il Tavolo costituisce luogo istituzionale e lo strumento operativo nel quale la Direzione della Azienda USL Rm H da’ voce alle istanze del territorio, canalizzate attraverso il mondo del volontariato, dell’associazionismo, della cooperazione e di tutti gli altri organismi del Terzo settore.

Esso rappresenta una risorsa privilegiata per lo sviluppo di politiche sociosanitarie concretamente orientate e informate dal punto di vista civico e per la valutazione delle performance aziendali nonché per l’individuazione delle priorità d’intervento.

Sono 44 le Associazioni di Volontariato del territorio aziendale che sinora hanno aderito al Tavolo Misto Permanente di Partecipazione. Un numero significativo rispetto alle 91 Associazioni iscritte all’Albo regionale del Volontariato del Lazio che operano complessivamente sul territorio aziendale. Un modo composito e pulsante quello dell’associazionismo dei Castelli romani e del Litorale, che ha mostrato un vivo interesse nei confronti dell’iniziativa promossa dall’Azienda USL Rm H.

L’assemblea delle associazioni aderenti, convocata per la designazione del componenti del Tavolo misto permanente, ha designato, come previsto dal Regolamento aziendale, i 7 rappresentanti delle Associazioni di volontariato aderenti e i relativi sostituti.

La composizione del Tavolo
• Direttore Generale dell’ASL, o suo delegato.
• Dirigente responsabile UOS U.R.P e/o UOS Implementazione programmi qualità.
• Un rappresentante e un sostituto eletto per ognuna delle 7 macroaree elencate all’art. 5 del Regolamento.
Ai lavori del Tavolo partecipa come uditore permanente il Referente territoriale del Centro Servizi del Volontariato

Le macroaree d’intervento delle Associazioni di volontariato e di partecipazione civica

1. Partecipazione civica e tutela dei diritti del malato;
2. Salute mentale, diversamente abili e “dopo di noi”;
3. Cittadini stranieri e nuove povertà;
4. Malattie oncologiche, cronico-degenerative e ad alto impatto sociale (compresi donatori d’organi);
5. Tutela Materno Infantile;
6. Assistenza ospedaliera e distrettuale;
7. Educazione e informazione ai cittadini.


Il Tavolo costituisce uno strumento innovativo di carattere strutturale per l’Azienda USL Rm H. La Direzione aziendale scegliendo di aderire al programma regionale di Audit civico, promosso da CittadinanzAttiva e dalla Regione Lazio, ha intrapreso in questi ultimi anni un percorso progressivo di dialogo e coinvolgimento delle Associazioni e del Volontariato nella programmazione sanitaria e nella valutazione civica dell’offerta sanitaria locale che ha mostrato i suoi effetti anche con l’istituzione del Tavolo Misto Permanente, obiettivo di esito del più ampio progetto di Audit civico regionale.

Il Tavolo rappresenta un tentativo di promuovere uno sviluppo locale sostenibile che persegue cioè un cambiamento possibile, basato su azioni di sistema che:

- riaffermano la centralità della persona/utente del servizio sanitario garantendo i diritti di cittadinanza ;

- sostengono un costruttivo dialogo tra istituzioni ed attori della rete locale dei servizi sociosanitari;

- sostengono politiche preventive e promozionali secondo un approccio globale alla persona/utente;
- promuovono politiche di programmazione integrata e partecipata e di responsabilità sociale.


Estratto dal Regolamento Premio Formica d’Oro

Art. 2 - Finalità
Il Premio si propone di assegnare un riconoscimento alle buone prassi ossia a quelle azioni e metodologie che hanno la caratteristica di essere efficaci, innovative e ripetibili e dunque meritevoli di essere portate a conoscenza di altri nei settori dell’educazione, dei sevizi alla persona, della cultura, dell’ambiente, dello sport, dell’integrazione, delle relazioni solidali tra i popoli, della costruzione di reti, dell’amministrazione pubblica, dell’informazione e quanto altro attinente alle politiche del benessere idonei a valorizzare il Terzo settore come sistema.

Art. 3 - Sezioni e destinatari del premio
Il Premio “Formica d’Oro” si articola in quattro sezioni:
Sezione A - Premio Terzo Settore: destinato agli organismi del terzo settore (Cooperative sociali, Associazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, ONG, Fondazioni. Commercio equo e solidale, finanza etica, ecc.) operanti nel Lazio che hanno realizzato iniziative attinenti alle finalità del Premio;
Sezione B - Premio Enti Locali: destinato ad iniziative e interventi promossi da amministrazioni locali del Lazio (o loro articolazioni istituzionali) in favore o a supporto di organismi del Terzo Settore;
Sezione C - Premio Informazione: destinato ad organi di stampa o di informazione o singoli giornalisti che abbiano operato concretamente per la diffusione della conoscenza del Terzo Settore, del suo stile di vita e di lavoro, delle sue finalità e delle sue iniziative;
Sezione D - Premio per l’Impegno personale: destinato a singole persone che abbiano svolto un lavoro di lunga durata (pluridecennale) all’interno del Terzo Settore.

L’Addetto Stampa AUSL RMH
Dott. Giovanni Venditti
Mob. 348 2816478

Albano 22.01.2013