Azienda Sanitaria Locale Roma 6 - Regione Lazio
 
 
  •  Le Garanzie
  •  Distretti » I Distretti
  •  Dipartimenti Sanitari » Dipartimenti
  •  Servizi » Emergenze » Farmacie » Ambulatori » Studi medici » Trapianti
  •  Risk Management
  •  CCICA
  •  Avvisi Utili » Avvisi » Avvisi al cittadino » Assistenza farmaceutica
territoriale   
  •  Modulistica » Anagrafe canina » Esenzione ticket » Donazioni organi » Vidimazione
  registro infortuni
» Deroga per locale seminterrati e minore altezza » Ricorso contro
  i giudizi medici
 
  •  Elenco PEC Asl
  •  PEC: scrivi alla Asl
  •  Albo delibere
      e determine
  •  Albo sedi
      farmaceutiche
  •  Consulenti e
      collaboratori
 
Lazio ESCAPE ti offre la possibilitĆ  di scaricare i referti di analisi di laboratorio gratuitamente
Servizio di Fatturazione Elettronica - Codice Univoco ufficio

 
Nuovo Atto Aziendale
 


  •  Farmacovigilanza
       Dispositivo Vigilanza
Nuovo Atto Aziendale
 
Amministrazione Trasparente
 
Codice Disciplinare
 
Volontariato
  •  Ufficio Stampa
 
  •  Appropriatezza
      Prescrittiva
  •  Avviso
      elenco avvocati
  •  Concorsi e Bandi
  •  Corsi
  •  Tirocini » Elenco convenzioni » Regolamento
   frequenze
   volontarie e tirocini
» Strutture territoriali
  •  Corsi di Laurea
 
  •  Soggetti Fragili
  •  Strutture private
  •  Comitato
      Valutazione Sinistri
  •  Ciclo della
      Performance 2017
      STP
 
  •  Link Istituzionali
  •  Albo Fornitori
 
  •  Continuita'
      assistenziale 2017
  •  Premio Innovazione
      Salute 2016
 
Nasce una mamma
 
Acqua potabile: Livello di Arsenico
Vaccinazioni Internazionali
Malattie Rare

Locandina attivitĆ  associazioni di volontariato presso Casa della Salute di Rocca Priora

Lettera del Direttore Generale ai sindaci del Distretto H1


#

2Ā° Ediz. (gratuito)

Casa della Salute
Rocca Priora

Locandina | Programma

SOGGETTI FRAGILI
Unitą Valutive Alzheimer (UVA) Lungodegenza, RSA, Hospice Case di Riposo e Comunitą Allogio Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD)
Strutture Riabilitative Formazione in ADI dimissioni protette Educazione Sanitaria
   

Legislazione

E' importante che diventi operativa una normativa generale che regolamenti l'erogazione della prestazione garantendo la copertura economica del Sistema Sanitario Nazionale. Tale normativa é tuttora carente sul territorio nazionale;
per ora disponiamo infatti di una regolamentazione frammentaria limitata
solo a talune regioni. La regione Lazio, dal 1993 ha regolato, dapprima in via sperimentale, la erogazione diretta di presidi e prodotti per la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD);

    Nel 1997 ha dichiarato superata la sperimentazione stabilendo che ogni
singola ASL doveva farsi carico direttamente delle attivitą relative alla NAD
onde far fronte alle richieste provenienti dal proprio territorio, rimandando tuttavia ad un atto successivo la regolamentazione dettagliata sulla materia.
Negli anni successivi, tardando la emanazione dell'atto regolamentare
le ASL hanno risposto in maniera molto diversa alla nuova normativa, realizzandosi una situazione di estrema disomogeneitą nella risposta ai pazienti che avevano necessitą di questa forma di intervento sanitario; finalmente nel 2002 č stato emanato il previsto regolamento, riassunto poi in percorsi assistenziali definiti. Il regolamento adotta in sostanza un "modello integrato"
per la gestione del paziente in NAD fra i centri ospedalieri e i servizi territoriali (soprattutto i centri di assistenza domiciliare): la scelta di tale modello č riconducibile alla consapevolezza che la funzionalitą globale e l'economicitą del sistema dipende dal grado di integrazione che č possibile realizzare fra singoli segmenti di attivitą nella condizione di limitatezza di risorse a disposizione ai diversi livelli organizzativi. E' ormai acquisito che esiste un cambiamento storico dell'ospedale e che particolari tipi di pazienti vanno gestiti attraverso una rete
di attivitą e servizi coordinati ed interconnessi; in tal senso č coerente come il potenziamento dell'assistenza domiciliare costituisca una delle cosiddette sfide prioritarie del Piano Sanitario Regionale 2002-2004.

  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 3519 del 13/5/93, "Erogazione diretta dei presidi e prodotti per la Nutrizione Artificiale Domiciliare (NAD)";
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 4366 del 15/6/93, "Istituzione
    di una Commissione tecnica regionale per la NAD";
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 7872 del 11/10/94, "Piano
    operativo regione Lazio per la NAD";
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 4127 del 8/7/97, con cui si dichiarava terminata la fase di sperimentazione della NAD nella regione Lazio, disponendo che tutte le ASL dovevano garantire le attivitą connesse alla NAD tramite una equipe interdisciplinare collaborante con i CAD, rimandando ad un successivo atto la emanazione di direttive specifiche aventi le finalitą di regolamentare l'intera materia di erogazione di tale
    tipo di assistenza su tutto il territorio regionale.
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 920 del 12/7/02,
    "Regolamentazione della NAD nella regione Lazio".

© 2014 - ASL RM6 - sede legale: Via Borgo Garibaldi, 12 - 00041 Albano Laziale (RM) - Partita I.V.A. e Codice Fiscale: 04737811002